IL GIARDINO DI BETTY

Sostenibilità significa anche riciclo consapevole e intelligente; è per questo che Womsh partecipa al progetto “Il Giardino di Betty”, ideato da esosport, ramo sportivo di ESO Società Benefit, che prevede la creazione o la riqualificazione di parchi gioco, realizzati con la pavimentazione antitrauma generata dal processo di riciclo di scarpe sportive esauste, palline da tennis, copertoni e camere d’aria di biciclette.

Queste aree sono state battezzate “Il Giardino di Betty” in onore di Elisabetta Salvioni Meletiou, moglie del Managing Director di ESO, Nicolas Meletiou, che ha visto nascere il progetto e al quale teneva particolarmente.

Nata nel 2009, l’iniziativa si è posta fin da subito l’obiettivo di promuovere la cultura del “ciclo del riciclo”.

Per premiare chi prende parte attivamente a questo movimento, Womsh offre un buono sconto di 10€ a chi porta a riciclare un paio di scarpe: un ringraziamento speciale per l’impegno concreto dimostrato dal cliente.

La raccolta delle scarpe e la successiva lavorazione hanno come fine ultimo, grazie ad un processo di separazione della suola dalla tomaia, la generazione di un materiale granulare, utilizzabile per la realizzazione di pavimentazioni per parchi giochi dei bambini, “Il Giardino di Betty” e piste di atletica con l’iniziativa “La Pista di Pietro”.


Il Giardino di Betty è oggi un'interessante realtà del territorio italiano in cui la solidarietà si coniuga con il rispetto dell’ambiente.